*
Commezzadura
Altezza: 879 s.l.m. / m.a.s.l. / m ü.d.M.
Abitanti: 1000
Municipio / City Hall / Rathaus: Mestriago, Via del Comun,10 - Tel. 0463 974163 - Fax 0463 973091
Comune: Commezzadura   Frazioni: Almazzago con Costa Rotian - Deggiano - Mastellina - Mestriago con Daolasa - Piano
Mestriago01.jpg

Commezzadura comprende quella parte mediana della Val di Sole posta tra Mezzana e il ponte di Rovina presso l’abitato di Dimaro. Il Comune di Commezzadura è formato dalle cinque frazioni di Mestriago (sede municipale), Almazzago, Deggiano, Mastellina e Piano, tutti paesini dalle architetture rurali, costruiti attorno a piccole chiese, dalla località di Daolasa e dal villaggio turistico di Costa Rotian.

L’economia tradizionale di questi paesi era basata sull’allevamento e sullo sfruttamento delle risorse boschive.
Oggi Commezzadura è una località che si presenta come meta per vacanze invernali ed estive, grazie anche all’entrata in funzione nel dicembre 2007 della telecabina “Daolasa-Val Mastellina” con accesso diretto anche dalla stazione ferroviaria. Questo significa poter arrivare qui in treno, scendere, attraversare la banchina e salire direttamente sulla cabinovia per approdare sulle piste da sci o sui percorsi escursionistici.

In inverno l’impianto di risalita trasporta gli sciatori direttamente nell’area sciistica “SkiArea Campiglio Dolomiti di Brenta Val di Sole Val Rendena”, mentre durante la stagione estiva permette agli escursionisti, ai biker nonché agli ospiti alla ricerca di riposo a contatto con la natura, di raggiungere comodamente l’alta quota.
La località di Daolasa di Commezzadura è nota anche agli appassionati di mountain bike per aver ospitato nel 2008 i “Campionati Mondiali di Mountain Bike & Trials Val di Sole” e negli anni a seguire altre gare internazionali ad alto livello.
Commezzadura anche nel 2016 ospita dal 7 all'11 settembre la grande mountain bike con i Campionati del Mondo di MTB “2016 Mountain Bike & Trials World Championships - Downhill, Four-Cross”.

Per chi pratica lo sci di nordico, Commezzadura offre oggi al turista adeguate piste di fondo. La località, in anni passati, ha riscosso grandi successi, proponendosi come una delle capitali, insieme a Vermiglio, dello sci nordico in Val di Sole.

Storia

Il toponimo, che significa “terreno dato ai coloni a metà prodotto con i proprietari”, è già ricordato nel codice del vescovo Vanga (1213), per indicare cinque paesi (Almazzago, Deggiano, Mastellina, Mestriago e Piano) raggruppati in unico comune. Alcune monete d’età imperiale testimoniano la colonizzazione romana della zona. I villaggi, appartenenti alla pieve di Ossana, dipesero ecclesiasticamente da Mezzana fino al 1595, quando si creò indipendente la curazia di Sant’Agata, alla quale rimasero soggette le cappelle delle frazioni. Dopo secoli di economia silvo-pastorale e di frequenti liti con le comunità vicine per il possesso di boschi e pascoli, nella seconda metà del Novecento è sorta l’industria turistica, per la quale è stato creato il villaggio turistico di Costa Rotian.


Arte

Ogni comunità ha la propria chiesetta. A Mastellina esiste quella quattrocentesca di Sant’Antonio abate, affiancata da un curioso campanile con monofore e contenente affreschi di Giovanni e Battista Baschenis (1483, 1489) e resti di un trittico tardogotico, attribuito a maestro Narciso da Bolzano. La chiesa di Almazzago dedicata a San Rocco, eretta dopo la peste del 1510, è stata completamente ricostruita nel XIX secolo. Seicentesca è, invece, quella di San Giuseppe a Piano, voluta dal canonico Rossi e impreziosita dalle tele di Stefan Kessler (1666) e di Alcide Davide Campestrini (fine ‘800). Semplice appare la cappella di Mestriago intitolata al Battista con un campaniletto sulla sommità del tetto e un altare ligneo assegnato alla bottega di Lenner. A Deggiano sorge la cinquecentesca chiesa della Trinità con tre altari lignei e con una pala di primo seicentesco attribuibile ad uno sconosciuto maestro nordico.


Da non perdere

Tra Mestriago e Piano, a monte della statale, sorge isolata la parrocchiale di Sant’Agata, chiesa tra le più suggestive della Valle. La primitiva chiesa, citata in un atto del 1439, fu rifabbricata nell’ultimo quarto del XV secolo e decorata di affreschi nella parte absidale tra il 1488 e i primi decenni del XVI secolo dai Baschenis, Giovanni e Battista prima, Simone poi (Storie di Sant’Agata). Un grande San Cristoforo (1495) è dipinto su una parete esterna. L’interno è diviso in due navate ed ospita l’altare maggiore ed altri due altari. L’attuale altare maggiore ha sostituito nella primavera del 2012, sulla base di recenti disposizioni liturgiche, quello in legno barocco precedente, il cui antico paliotto tardogotico riveste ora la parte inferiore anteriore del Tabernacolo. Interessante una tela seicentesca con il martirio di San Bartolomeo e la copertura lignea del fonte battesimale eseguita da Lenner nel 1651. Staccato dalla chiesa s’innalza il campanile con due ordini di monofore e copertura cuspidata in scandole. 


Informazioni

commezzadura.jpg

Pro Loco Commezzadura
Tel. e Fax +39 0463 974840
prolococommezzadura@gmail.com - www.commezzadura-daolasa.it

Azienda Turismo Val di Sole
Tel. +39 0463 901280 - Fax +39 0463 901563
info@valdisole.net


*  Pianta del paese
*  Sito internet del comune
Strutture Commezzadura

social
facebook twitter youtube flickr google+ istagram *


Azienda per il Turismo delle Valli di Sole, Pejo e Rabbi
I - 38027 Malè - TN - P.I: 01850960228 - Tel. +39.0463.901280 - Fax +39.0463.901563 - Privacy & Copyright - Area operatori

facebook twitter youTube flickr google+ instagram